Dal 1 Gennaio 2019 le fatture tradizionali spariranno a beneficio di quelle in formato elettronico. Queste ultime sono caratterizzate dal fatto di essere realizzate in un linguaggio standard nel formato XML. Per cui una fattura ricevuta solamente in questo formato, se aperta risulta illeggibile ed incomprensibile. Essa infatti si presenta in questo modo:

Risulta quindi indispensabile trovare un metodo per visualizzare queste fatture in un formato leggibile.

A questo scopo molte sono le aziende che hanno realizzato dei software che servono a questo scopo; tuttavia la stessa agenzia delle entrate ha reso disponibile un servizio on line dove posso caricare una fattura xml e mi restituirà la fattura in un formato stampabile :

https://sdi.fatturapa.gov.it/SdI2FatturaPAWeb/AccediAlServizioAction.do?pagina=visualizza_file_sdi

ma anche un foglio di stile scaricabile gratuitamente a questo indirizzo :

https://www.fatturapa.gov.it/export/fatturazione/it/normativa/f-2.htm

Con esso io posso visualizzare le fatture senza installare alcun software e anche se sono off-line .

Analizziamo come poter usare il foglio di stile:

Prima cosa bisogna scaricarlo. Bisogna andare al link che ho postato in alto e scaricare uno dei due file xsl a seconda se si tratta di una fattura ordinaria o di una fattura verso la PA .

Per prima cosa devo sapere che il Il foglio di stile deve essere collocato nella stessa cartella dove si trovano le fatture da aprire.

Adesso affinché la fattura si possa visualizzare come desidero devo controllare che all’interno del file xml che ho ricevuto ci sia la stringa xml che richiama e associa il foglio di stile alla fattura :

<?xml-stylesheet type=”text/xsl” href=”fatturaordinaria_v1.2.xsl”?>

dove “fatturaordinaria_v1.2.xsl” è il nome del foglio di stile che abbiamo scaricato

quindi apro la fattura xml con il blocco note e devo verificare se c’è questa stringa :

La stringa deve essere posizionata tra il primo rigo :

<?xml version=”1.0″ encoding=”UTF-8″ ?>  e

<p:FatturaElettronica versione=”FPR12″ xmlns:………………..

Quindi se come nel mio caso non è presente, la devo inserire.

A questo punto se la stringa è presente non ci resta che aprire la fattura xml con un browser e potrò ottenere il risultato desiderato.

Ovviamente il foglio di stile è un foglio che contiene una serie di regole per formattare il testo della fattura in un modo diverso da quello che è, per cui quello messo a disposizione dall’Agenzie delle Entrate è molto minimalista e comunque ancora lontano da come eravamo abituati a vedere le fatture. Tuttavia se abbiamo un po’ di dimestichezza con i fogli di stile, possiamo modificarcelo a nostro piacimento oppure possiamo cercare in rete qualcuno che lo ha fatto e lo mette a disposizione; come ad esempio Assosoftware che a questo link:  http://www.assosoftware.it/assoinvoice

mette a disposizione il suo foglio di stile con la una propria interpretazione della formattazione.

Quindi se vogliamo provarlo basta scaricarlo e mettere nella stessa cartella delle fatture.

Poi modificare la stringa inserita al secondo rigo con il nome del foglio di stile di Assosoftware che è:

FoglioStileAssoSoftware.xsl

per cui la stringa sarà :

<?xml-stylesheet type=”text/xsl” href=”FoglioStileAssoSoftware.xsl”?>

e la fattura sarà visualizzata in questo formato, molto più simile alle fatture tradizionali.

LASCIA UN COMMENTO